DOLORE ALLA SPALLA
SUBACROMIALE

PATOLOGIA

Il termine dolore alla spalla subacromiale è spesso utilizzato come sinonimo dei termini patologia della cuffia dei rotatori, tendinosi della cuffia dei rotatori e sindrome da conflitto della spalla.

Come la tendinite calcifica della spalla (i dettagli vengono forniti nella relativa sezione) può presentarsi anche con il dolore alla spalla, la sindrome da conflitto subacromiale può includere anche la tendinite calcifica della spalla.  Talvolta il termine tendinite della cuffia dei rotatori viene confuso con il termine borsite della spalla, ma entrambi i termini si riferiscono a un'infiammazione di una particolare area all'interno dell'articolazione della spalla (cioè lo spazio subacromiale), che causa l'insorgenza di una serie di sintomi comuni ed è chiamata sindrome da conflitto della spalla (SIS). Il termine sindrome da conflitto della spalla è descrittivo e si riferisce allo schiacciamento dei tendini e della borsa della cuffia dei rotatori fra le ossa (cioè nello spazio subacromiale). Nella maggior parte dei casi gravi, la sindrome da conflitto della spalla unisce un’infiammazione dei tendini della cuffia dei rotatori (tendinite) e un’infiammazione della borsa che circonda tali tendini (borsite). In numerosi casi di sindrome da conflitto della spalla, lo spazio subacromiale si riduce a causa di una forma anomala delle ossa rispetto alla popolazione sana di controllo.

La patologia spesso è causata da una lesione iniziale, che dà il via al processo infiammatorio. Questa può provocare l'ispessimento dei tendini o della borsa, che occupano più spazio e schiacciano ancora di più queste strutture, provocando quindi una maggiore infiammazione.

Di conseguenza, il problema può esacerbarsi da solo, dando il via a un circolo vizioso che provoca infiammazione, ispessimento dei tendini e della borsa, schiacciamento di tali strutture, maggiore infiammazione e così via.

La diagnosi si basa sulle caratteristiche cliniche della patologia.  Dovrebbe essere valutata la diagnostica per immagini per escludere altre cause del dolore alla spalla (compresa la tendinite calcifica della spalla) o per confermare la diagnosi di sindrome da conflitto della spalla, in caso di dubbio.

La sindrome da conflitto della spalla è la forma più comune di dolore alla spalla e un'attività ripetitiva a carico della spalla durante il lavoro o gli sport (nuoto, lancio, tennis, sollevamento pesi, golf, pallavolo e ginnastica artistica) rappresenta il principale fattore di rischio per la sindrome da conflitto della spalla. L'avanzare dell'età predispone alla sindrome da conflitto della spalla.

Per quanto riguarda la terapia, si distinguono tre diversi stadi di sindrome da conflitto della spalla:

  • Stadio 1 (infiammazione acuta, edema ed emorragia nella cuffia dei rotatori): trattamento conservativo che prevede riposo, ghiaccio, fisioterapia e farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • Stadio 2 (continuazione dello Stadio 1, con il tendine della cuffia dei rotatori che passa alla fibrosi e alla tendinite): trattamento conservativo, trattamento a onde d'urto radiali (RSWT) o chirurgia quando il trattamento conservativo e il trattamento a onde d'urto radiali non sono efficaci.
  • Stadio 3 (rottura meccanica del tendine della cuffia dei rotatori e/o cambiamenti all'arco coraco-acromiale con osteofitosi lungo l'acromion anteriore): chirurgia.

PROCEDURA DEL TRATTAMENTO

1. PALPAZIONE
Localizzare l'area dolente mediante palpazione e biofeedback.

2. SEGNARE
Segnare l'area del dolore.

3. APPLICARE IL GEL
Applicare il gel di accoppiamento per trasmettere le onde d'urto ai tessuti.

4. APPLICARE LE ONDE D'URTO
Rilasciare le onde d'urto radiali o focalizzate all'area interessata dal dolore tenendo l'applicatore saldamente a contatto con la pelle.

IMPOSTAZIONI RACCOMANDATE

Swiss
DolorClast }

  Traitement
Numero di sedute di trattament 3 à 5
Intervallo tra due sedut 1 settimana
Pressione dell'aria Evo Blue® 2 - 4 bar
Pressione dell'aria Power 1.5 - 3 bar
Impulsi 2000 sul punto dolente
Frequenza 8Hz - 12Hz
Applicatore 15mm
Pressione sulla pelle Forte

EVIDENZE CLINICHE

Engebretsen K, Grotle M, Bautz-Holter E, et al.
Radial extracorporeal shockwave treatment compared with supervised exercises in patients with subacromial pain syndrome: a single blind randomised study. Brit Med J 2009; 339:b3360
http://www.bmj.com/content/339/bmj.b3360

RISCHI

Effetti collaterali della Terapia con Onde D'Urto Radiali con l'utilizzo del Swiss DolorClast®

Quando correttamente applicata, la terapia a onde d'urto radiali (RSWT) con l'utilizzo dei dispositivi del Swiss DolorClast® comporta rischi minimi.
I normali eventi avversi non gravi che si presentano con l'utilizzo di questo tipo di dispositivo sono:

  • Dolore e disagio durante e dopo il trattamento (anestesia non necessaria)
  • Arrossamenti cutanei (eritema)
  • Petecchia
  • Gonfiore e sensazione di intorpidimento della pelle nell'area trattata

 Questi eventi avversi non gravi connessi all'utilizzo del dispositivo scompaiono di solito nelle 36 ore successive al trattamento.

 

Pertanto, durante la terapia RSWT con l'uso del Swiss DolorClast® si deve tenere conto delle controindicazioni seguenti:

  •  Trattamento in presenza di tessuti contenenti gas proiettati nella zona di trattamento (polmoni, intestino)
  •  Trattamento di tendini lesionati a rischio di rottura (pre-rottura)
  •  Trattamento di donne in gravidanza
  •  Trattamento di pazienti sotto i 18 anni di età (eccetto per la sindrome di Osgood-Schlatter e disfunzioni muscolari nei bambini che soffrono di disturbi del movimento spastici)
  •  Trattamento di pazienti con difetti della coagulazione (incluse trombosi locali)
  •  Trattamento di pazienti in terapia anticoagulante orale
  •  Trattamento di tessuti con presenza di tumori locali o sedi di infezioni virali o batteriche
  •  Trattamento di pazienti in terapia cortisonica.

RIMANI IN CONTATTO CON DOLORCLAST

DOLORCLAST
APPLICAZIONE }

Impara come eseguire il trattamento e amplia
le tue conoscenze

> Disponibile per Apple

> Disponibile per Android